Secondo l'affermazione di Howard Bloch il romanzo cortese ruota intorno al matrimonio. Tale affermazione rivela tutta la sua cogenza quando si analizzino l'Erec et Enide, il Cligès e le Chevalier au lion di Chrétien de Troyes, l'Ille et Galeron di Gautier d'Arras, quindi l'anonimo Partenopeus de Blois, composti in un arco cronologico che va dal 1170 ai primi anni Ottanta del XII secolo, ossia proprio il periodo in cui si definisce il matrimonio nel diritto canonico così come ancora oggi è praticato, in particolare grazie all'azione incisiva di papa Alessandro III (1159-1181). Il saggio ripercorre le tappe di definizione della liturgia matrimoniale, individuandone peculiarità e criticità e si concentra in particolare sul tema centrale, ossia se il consenso o piuttosto la copula carnalis fosse determinante a sancire l'indissolubilità e la sacramentalità del vincolo; inoltre si riflette anche sulle caratteristiche antropologiche del matrimonio in epoca medievale. Alla luce di tali osservazioni si procede a individuare nei romanzi l'applicazione delle orme che si stavano definendo e i diversi tipi di unioni. Ciò che emerge è soprattutto l'originalità del Partenopeus che veicola posizioni ideologiche straordinariament innovatrici, anticipatrici della realtà poi affermatasi, e quindi si conferma il fatto che sia stato scritto da un autore particolarmente versato nella dottrina ecclesiastica e sensibile all'accoglimento di nuove istanze sociali.

"Questo matrimonio s'ha da fare". La questione matrimoniale nei romanzi di Chrétien de Troyes, di Gautier d'Arras e nel Partenopeus de Blois. "Questo matrimonio s'ha da fare?" The matrimonial question in the romances of Chrétien de Troyes, of Gautier d'Arras and in the Partenopeus de Blois

Lucilla Spetia
2020

Abstract

Secondo l'affermazione di Howard Bloch il romanzo cortese ruota intorno al matrimonio. Tale affermazione rivela tutta la sua cogenza quando si analizzino l'Erec et Enide, il Cligès e le Chevalier au lion di Chrétien de Troyes, l'Ille et Galeron di Gautier d'Arras, quindi l'anonimo Partenopeus de Blois, composti in un arco cronologico che va dal 1170 ai primi anni Ottanta del XII secolo, ossia proprio il periodo in cui si definisce il matrimonio nel diritto canonico così come ancora oggi è praticato, in particolare grazie all'azione incisiva di papa Alessandro III (1159-1181). Il saggio ripercorre le tappe di definizione della liturgia matrimoniale, individuandone peculiarità e criticità e si concentra in particolare sul tema centrale, ossia se il consenso o piuttosto la copula carnalis fosse determinante a sancire l'indissolubilità e la sacramentalità del vincolo; inoltre si riflette anche sulle caratteristiche antropologiche del matrimonio in epoca medievale. Alla luce di tali osservazioni si procede a individuare nei romanzi l'applicazione delle orme che si stavano definendo e i diversi tipi di unioni. Ciò che emerge è soprattutto l'originalità del Partenopeus che veicola posizioni ideologiche straordinariament innovatrici, anticipatrici della realtà poi affermatasi, e quindi si conferma il fatto che sia stato scritto da un autore particolarmente versato nella dottrina ecclesiastica e sensibile all'accoglimento di nuove istanze sociali.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Spetia-AttiSpetia_Romanzo-estratto.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 917.46 kB
Formato Adobe PDF
917.46 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/152925
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact