Il Giubileo nel carcere dei mafiosi, degli stranieri e degli operatori