Il riscontro di bassi livelli di testosterone durante la fase acuta di una lesione midollare è un dato consolidato da decenni nella Letteratura Internazionale. I meccanismi patogenetici di questo evento sono ben noti e comuni a tutti gli stadi acuti di patologie ad interessamento sistemico. Nell’ultimo decennio è emerso come lo stato di carenza androgenica si riscontra con un’alta prevalenza anche nella fase cronica della lesione midollare. Con l’allungarsi della vita media di questi individui, per il miglioramento delle cure ricevute, il medico che ha in cura uomini con mielolesione cronica deve sempre più frequentemente confrontarsi con questo aspetto emergente. Oltre la sfera sessuale e riproduttiva, peraltro già fortemente compromesse dalla lesione neurologica di per sé, quali le conseguenze per la salute generale di una così marcata e prolungata carenza androgenica per questi individui? Analizzando una casistica di uomini con lesione midollare da più di 12 mesi, con un’età compresa tra i 20 e gli 80 anni, reclutati mediante un programma di riabilitazione psico-motoria, abbiamo indagato i correlati clinici di tale carenza androgenica biochimica nell’uomo con lesione midollare e le possibili implicazioni prognostiche a medio e lungo termine sulla salute ed il benessere generale di tale popolazione. I nostri dati indicavano come bassi livelli di testosterone totale e libero calcolato erano significativamente associati a bassi livelli di 25-idrossi-vitamina D, marcatore quest’ultimo di una scarsa condizione di salute generale. Inoltre, abbiamo dimostrato come il venir meno dell’asse ipotalamo-ipofisi-testicolo, renda in questi soggetti molto evidente l’asse testicolo-osso, attraverso la relazione tra livelli serici di androgeni e di osteocalcina. Infatti, bassi livelli di oesteocalcina rappresentano un determinante predittivo ed indipendente di carenza androgenica in uomini con lesione midollare cronica. Ridotti livelli di testosterone e disfunzione erettile sono i principali determinanti di una scarsa soddisfazione della propria vita, a sottolineare che il percorso riabilitativo e di re-inserimento sociale deve tenere in considerazione anche gli aspetti andrologici. Infine abbiamo portato all’evidenza come i livelli circolanti di androgeni siano i principali determinanti del volume prostatico, indipendentemente dalla lesione midollare. Ciò spiegherebbe la bassa incidenza di cancro della prostata in uomini con mielolesione cronica, da noi dimostrata in precedenti studi. In conclusione la carenza androgenica in uomini con lesione midollare cronica rappresenta un marcatore di scarso benessere generale e dovrebbe essere tenuta in considerazione per selezionare soggetti più fragili che richiedono un maggior impegno in termini di cure ricevute.

Correlati della carenza androgenica negli uomini affetti da mielolesione cronica / D'Andrea, Settimio. - (2021 Feb 18).

Correlati della carenza androgenica negli uomini affetti da mielolesione cronica

D'ANDREA, SETTIMIO
2021-02-18T00:00:00+01:00

Abstract

Il riscontro di bassi livelli di testosterone durante la fase acuta di una lesione midollare è un dato consolidato da decenni nella Letteratura Internazionale. I meccanismi patogenetici di questo evento sono ben noti e comuni a tutti gli stadi acuti di patologie ad interessamento sistemico. Nell’ultimo decennio è emerso come lo stato di carenza androgenica si riscontra con un’alta prevalenza anche nella fase cronica della lesione midollare. Con l’allungarsi della vita media di questi individui, per il miglioramento delle cure ricevute, il medico che ha in cura uomini con mielolesione cronica deve sempre più frequentemente confrontarsi con questo aspetto emergente. Oltre la sfera sessuale e riproduttiva, peraltro già fortemente compromesse dalla lesione neurologica di per sé, quali le conseguenze per la salute generale di una così marcata e prolungata carenza androgenica per questi individui? Analizzando una casistica di uomini con lesione midollare da più di 12 mesi, con un’età compresa tra i 20 e gli 80 anni, reclutati mediante un programma di riabilitazione psico-motoria, abbiamo indagato i correlati clinici di tale carenza androgenica biochimica nell’uomo con lesione midollare e le possibili implicazioni prognostiche a medio e lungo termine sulla salute ed il benessere generale di tale popolazione. I nostri dati indicavano come bassi livelli di testosterone totale e libero calcolato erano significativamente associati a bassi livelli di 25-idrossi-vitamina D, marcatore quest’ultimo di una scarsa condizione di salute generale. Inoltre, abbiamo dimostrato come il venir meno dell’asse ipotalamo-ipofisi-testicolo, renda in questi soggetti molto evidente l’asse testicolo-osso, attraverso la relazione tra livelli serici di androgeni e di osteocalcina. Infatti, bassi livelli di oesteocalcina rappresentano un determinante predittivo ed indipendente di carenza androgenica in uomini con lesione midollare cronica. Ridotti livelli di testosterone e disfunzione erettile sono i principali determinanti di una scarsa soddisfazione della propria vita, a sottolineare che il percorso riabilitativo e di re-inserimento sociale deve tenere in considerazione anche gli aspetti andrologici. Infine abbiamo portato all’evidenza come i livelli circolanti di androgeni siano i principali determinanti del volume prostatico, indipendentemente dalla lesione midollare. Ciò spiegherebbe la bassa incidenza di cancro della prostata in uomini con mielolesione cronica, da noi dimostrata in precedenti studi. In conclusione la carenza androgenica in uomini con lesione midollare cronica rappresenta un marcatore di scarso benessere generale e dovrebbe essere tenuta in considerazione per selezionare soggetti più fragili che richiedono un maggior impegno in termini di cure ricevute.
Correlati della carenza androgenica negli uomini affetti da mielolesione cronica / D'Andrea, Settimio. - (2021 Feb 18).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
tesi dr Settimio D'Andrea.pdf

accesso aperto

Descrizione: Tesi dottor Settimio D'Andrea
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 2.76 MB
Formato Adobe PDF
2.76 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/161795
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact