L'anonimo del 'Partenopeus de Blois' torna a utilizzare dopo l'esperienza dei romanzi antichi il modulo della descrizione urbana, non limitandosi tuttavia a coglierne l'aspetto positivo, ma suggerendo attraverso di esso modalità utopiche di esistenza in una fase storica complessa nel decennio Ottanta del XII secolo; d'altra parte la descrizione urbana diventa anche l'occasione per esplorare le categorie del meraviglioso e del fantastico in corso di definizione proprio in quel periodo storico.

La città nel 'Partenopeus de Blois' tra meraviglia e utopia

SPETIA, LUCILLA
2012

Abstract

L'anonimo del 'Partenopeus de Blois' torna a utilizzare dopo l'esperienza dei romanzi antichi il modulo della descrizione urbana, non limitandosi tuttavia a coglierne l'aspetto positivo, ma suggerendo attraverso di esso modalità utopiche di esistenza in una fase storica complessa nel decennio Ottanta del XII secolo; d'altra parte la descrizione urbana diventa anche l'occasione per esplorare le categorie del meraviglioso e del fantastico in corso di definizione proprio in quel periodo storico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/16345
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact