Il contributo affronta le questioni metodologiche che hanno interessato il Progetto MOIDA, che ha visto la collaborazione tra l’Università dell’Aquila e i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) abruzzesi. A partire dall’esame di contesti di istruzione caratterizzati da elevata varietà delle caratteristiche degli apprendenti e da estrema variabilità delle condizioni di apprendimento, il progetto si è incentrato sull’analisi dei processi di pianificazione della lezione e dei suoi risultati per cercare di incrementare le competenze di micro-progettazione dei docenti e sostenere i processi decisionali in situazione, al fine di accrescere la qualità dell’istruzione. Esso ha fatto leva sull’uso dell’osservazione strutturata e della riflessione critica, legate alle tecniche di videotaping e di modellamento di una lezione stimolo svolta da un docente esperto, per mettere in grado l’insegnante di realizzare un modello di lezione capace di coniugare teoria e pratica entro un formato Micro-teaching Lesson Study che, dalla definizione del piano (struttura e previsione) alla sua realizzazione (videoregistrazione), utilizzasse tutte le risorse dei partecipanti in un’ottica collaborativa.

The contribution addresses the methodological issues that have affected the MOIDA Project, which saw the collaboration between the University of L'Aquila and the Abruzzo Provincial Centers for Adult Education (CPIA). Starting from the examination of educational contexts characterized by a high variety of learners' characteristics and by extreme variability of learning conditions, the project focused on the analysis of lesson planning processes and its results to try to increase skills micro-design of teachers and support decision-making processes in the situation. This is in order to increase the quality of education. The Project leveraged the use of structured observation and critical reflection, linked to videotaping techniques and modeling of a stimulus lesson carried out by an expert teacher, to enable the teacher to create a lesson model capable of combining theory and practice within a Micro-teaching Lesson Study format. From the definition of the plan (structure and forecast) to its implementation (video recording), this allowed participants to use all their resources in a collaborative perspective.

Il Progetto MOIDA nell’esperienza di ricerca con i CPIA abruzzesi: presupposti e ragioni metodologiche

Antonella Nuzzaci
2021

Abstract

The contribution addresses the methodological issues that have affected the MOIDA Project, which saw the collaboration between the University of L'Aquila and the Abruzzo Provincial Centers for Adult Education (CPIA). Starting from the examination of educational contexts characterized by a high variety of learners' characteristics and by extreme variability of learning conditions, the project focused on the analysis of lesson planning processes and its results to try to increase skills micro-design of teachers and support decision-making processes in the situation. This is in order to increase the quality of education. The Project leveraged the use of structured observation and critical reflection, linked to videotaping techniques and modeling of a stimulus lesson carried out by an expert teacher, to enable the teacher to create a lesson model capable of combining theory and practice within a Micro-teaching Lesson Study format. From the definition of the plan (structure and forecast) to its implementation (video recording), this allowed participants to use all their resources in a collaborative perspective.
Il contributo affronta le questioni metodologiche che hanno interessato il Progetto MOIDA, che ha visto la collaborazione tra l’Università dell’Aquila e i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) abruzzesi. A partire dall’esame di contesti di istruzione caratterizzati da elevata varietà delle caratteristiche degli apprendenti e da estrema variabilità delle condizioni di apprendimento, il progetto si è incentrato sull’analisi dei processi di pianificazione della lezione e dei suoi risultati per cercare di incrementare le competenze di micro-progettazione dei docenti e sostenere i processi decisionali in situazione, al fine di accrescere la qualità dell’istruzione. Esso ha fatto leva sull’uso dell’osservazione strutturata e della riflessione critica, legate alle tecniche di videotaping e di modellamento di una lezione stimolo svolta da un docente esperto, per mettere in grado l’insegnante di realizzare un modello di lezione capace di coniugare teoria e pratica entro un formato Micro-teaching Lesson Study che, dalla definizione del piano (struttura e previsione) alla sua realizzazione (videoregistrazione), utilizzasse tutte le risorse dei partecipanti in un’ottica collaborativa.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Nuova Secondaria - Antonella Nuzzaci ult (1).docx

non disponibili

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 413 kB
Formato Microsoft Word XML
413 kB Microsoft Word XML   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/166741
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact