Dopo aver tracciato brevemente i passi principali dello sviluppo della teoria dei determinanti dalla seconda metà del setteccento al 1851, anno della pubblicazione in Europa del primo trattato di teoria dei determinanti di Spottiwood, ci soffermiamo sul trattato, del 1862, Teoria dei determinanti e loro applicazioni, di Nicola Trudi, cercando di porre in evidenza alcuni elementi di novità in esso contenuti. Vengono anche analizzati alcuni aspetti comuni al testo di Trudi e a quello di Brioschi del 1854, La teorica dei determiananti e le sue principali applicazioni, che evidenziano quanto diversi fossero gli interessi scientifici e didattici che animavano questi matematici nella stesura dei loro manuali.

Nicola Trudi e la Teorica dei Determinanti

ENEA, Maria Rosaria
2013

Abstract

Dopo aver tracciato brevemente i passi principali dello sviluppo della teoria dei determinanti dalla seconda metà del setteccento al 1851, anno della pubblicazione in Europa del primo trattato di teoria dei determinanti di Spottiwood, ci soffermiamo sul trattato, del 1862, Teoria dei determinanti e loro applicazioni, di Nicola Trudi, cercando di porre in evidenza alcuni elementi di novità in esso contenuti. Vengono anche analizzati alcuni aspetti comuni al testo di Trudi e a quello di Brioschi del 1854, La teorica dei determiananti e le sue principali applicazioni, che evidenziano quanto diversi fossero gli interessi scientifici e didattici che animavano questi matematici nella stesura dei loro manuali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/193161
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact