Esiste una semiotica bergsoniana? Il segno è inteso da Bergson come inversione dell'assoluto. Ne risulta che esso è l'effetto di una trascrizione simbolica, che Bergson pensa sul modello della grammaticalizazione della comunicazione.

I segni e la cosa

RONCHI, ROCCO;
2011-01-01

Abstract

Esiste una semiotica bergsoniana? Il segno è inteso da Bergson come inversione dell'assoluto. Ne risulta che esso è l'effetto di una trascrizione simbolica, che Bergson pensa sul modello della grammaticalizazione della comunicazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/24361
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact