Successione tra contratti collettivi e diritti quesiti