Sulla musica assoluta nei Buddenbrook