Il presente capitolo si propone innanzitutto di presentare, sulla base della letteratura esistente, le analisi più recenti relative alla scomposizione dei fattori alla base della crescita economica, con un’attenzione particolare al fattore di crescita legato al progresso tecnico ed agli studi empirici che mettono a confronto la dinamica di tali fattori in diversi paesi, europei e non. Su questa base viene evidenziata la preoccupante posizione relativa dell’Italia. Le analisi dei fattori alla base di questo andamento sottolineano l’anomalia italiana in particolare nella dinamica della produttività totale dei fattori, variabile che riflette l’insieme di quei fattori di crescita che derivano dal complesso delle condizioni tecnologiche e produttive. Il ritardo di tipo strutturale e tecnologico dell’economia italiana, in particolare, appare legato a ritardi nell’attività di innovazione e nella diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Viene poi proposta una presentazione analoga riferita all’Abruzzo, in cui la posizione relativa della regione in termini di dinamica del reddito e di fattori strutturali della crescita viene valutata in confronto con le regioni meridionali e con la media nazionale. Emerge un gap di produttività, sia del lavoro che totale dei fattori, rispetto alla media nazionale, che appare legato ad una carenza di quelle infrastrutture immateriali che consentono ai fattori più tradizionali di produrre appieno i propri effetti sulla crescita economica ed alla una bassa dimensione media delle imprese che limita la possibilità di autofinanziare gli investimenti necessari in capitale ICT. Il capitolo si conclude con alcune considerazioni conclusive sui limiti e le potenzialità di crescita nazionali e regionali.

Aspetti strutturali della crescita economica. Analisi comparata per l'Italia e per l'Abruzzo

MULINO, MARCELLA
2009

Abstract

Il presente capitolo si propone innanzitutto di presentare, sulla base della letteratura esistente, le analisi più recenti relative alla scomposizione dei fattori alla base della crescita economica, con un’attenzione particolare al fattore di crescita legato al progresso tecnico ed agli studi empirici che mettono a confronto la dinamica di tali fattori in diversi paesi, europei e non. Su questa base viene evidenziata la preoccupante posizione relativa dell’Italia. Le analisi dei fattori alla base di questo andamento sottolineano l’anomalia italiana in particolare nella dinamica della produttività totale dei fattori, variabile che riflette l’insieme di quei fattori di crescita che derivano dal complesso delle condizioni tecnologiche e produttive. Il ritardo di tipo strutturale e tecnologico dell’economia italiana, in particolare, appare legato a ritardi nell’attività di innovazione e nella diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Viene poi proposta una presentazione analoga riferita all’Abruzzo, in cui la posizione relativa della regione in termini di dinamica del reddito e di fattori strutturali della crescita viene valutata in confronto con le regioni meridionali e con la media nazionale. Emerge un gap di produttività, sia del lavoro che totale dei fattori, rispetto alla media nazionale, che appare legato ad una carenza di quelle infrastrutture immateriali che consentono ai fattori più tradizionali di produrre appieno i propri effetti sulla crescita economica ed alla una bassa dimensione media delle imprese che limita la possibilità di autofinanziare gli investimenti necessari in capitale ICT. Il capitolo si conclude con alcune considerazioni conclusive sui limiti e le potenzialità di crescita nazionali e regionali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/25514
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact