Il sisma del 1915, con epicentro la piana del Fucino, investì centri abitati compresi in diverse regioni del centro Italia, quali l’Abruzzo, il Lazio, il Molise e l’Umbria. Lo studio all’interno di un quadro più ampio di interventi – nel quale trova posto anche la ricostruzione di Avezzano - si sofferma in particolare su alcuni casi significativi di ricostruzione/rifondazione, quali, i borghi di Aielli Stazione (AQ) e Salle Nuova (PE).

Terremoti e nuove fondazioni in Abruzzo tra le due guerre mondiali. Alcuni casi significativi

CIRANNA, SIMONETTA
2013-01-01

Abstract

Il sisma del 1915, con epicentro la piana del Fucino, investì centri abitati compresi in diverse regioni del centro Italia, quali l’Abruzzo, il Lazio, il Molise e l’Umbria. Lo studio all’interno di un quadro più ampio di interventi – nel quale trova posto anche la ricostruzione di Avezzano - si sofferma in particolare su alcuni casi significativi di ricostruzione/rifondazione, quali, i borghi di Aielli Stazione (AQ) e Salle Nuova (PE).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/25749
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact