La chiesa di Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila costituisce, nella sua compagine architettonica risultato di diverse e incisive fasi costruttive, un esempio significativo della storia, della storiografica e del restauro dell’architettura in Abruzzo. La peculiare matericità dell’architettura religiosa abruzzese raggiunge nella facciata della chiesa di Collemaggio - espressione figurata della città di L’Aquila – una particolare grazia nel singolare impaginato dalla tipica terminazione orizzontale, impreziosito dalla raffinata geometria del rivestimento bicromo bianco-rosa e dalla ricchezza scultorea dei portali e dei rosoni. Le diverse fasi costruttive della fabbrica, edificata secondo la tradizione a partire dal 1287 per desiderio di Pietro del Morrone, poi papa Celestino V, s’intrecciano con la nascita e le vicende dello sviluppo urbano della città, ossia con la sua rifondazione angioina e con la sequenza dei sismi che ne influenzarono l’architettura sin dalle origini.

La chiesa di Santa Maria di Collemaggio a L'Aquila

CIRANNA, SIMONETTA
2010-01-01

Abstract

La chiesa di Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila costituisce, nella sua compagine architettonica risultato di diverse e incisive fasi costruttive, un esempio significativo della storia, della storiografica e del restauro dell’architettura in Abruzzo. La peculiare matericità dell’architettura religiosa abruzzese raggiunge nella facciata della chiesa di Collemaggio - espressione figurata della città di L’Aquila – una particolare grazia nel singolare impaginato dalla tipica terminazione orizzontale, impreziosito dalla raffinata geometria del rivestimento bicromo bianco-rosa e dalla ricchezza scultorea dei portali e dei rosoni. Le diverse fasi costruttive della fabbrica, edificata secondo la tradizione a partire dal 1287 per desiderio di Pietro del Morrone, poi papa Celestino V, s’intrecciano con la nascita e le vicende dello sviluppo urbano della città, ossia con la sua rifondazione angioina e con la sequenza dei sismi che ne influenzarono l’architettura sin dalle origini.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/25764
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact