L'analisi del processo inquisitoriale condotta da S.Mantini evidenzia come, nella storia di Gostanza da Libbiano, si verifichi un caso che contraddice la storiografia sulla stregoneria fino agli inizi degli anni Novanta. Sulla scia degli studi di J.Tedeschi e A.Prosperi si evidenzia in questo processo la pratica secondo la quale anche le confessioni più apparentemente "colpevoli" vengano esaminate da vescovi e inquisitori con attenzione al corpus delicti e con un atteggiamento giurisdizionale legato ai nuovi manuali circolanti in materia di stregoneria. Gostanza giudicata da un inquisitore di fine Cinquecento venne assolta, altre donne accusate nello stesso paese dalle autorità laiche vennero mandate al rogo. Il saggio introduce riflessioni sulle diverse letture dei processi inquisitoriali anche alla luce dell'apertura dell'Archivio del Sant'Uffizio.

"...Et chi vi andava una volta vi sarebbe andata sempre". Una storia di streghe in Gostanza, la strega di san Miniato, a cura di F.Cardini con una post-fazione di A.Prosperi, Roma-Bari, Laterza 1989

MANTINI, SILVIA MARIA
1989

Abstract

L'analisi del processo inquisitoriale condotta da S.Mantini evidenzia come, nella storia di Gostanza da Libbiano, si verifichi un caso che contraddice la storiografia sulla stregoneria fino agli inizi degli anni Novanta. Sulla scia degli studi di J.Tedeschi e A.Prosperi si evidenzia in questo processo la pratica secondo la quale anche le confessioni più apparentemente "colpevoli" vengano esaminate da vescovi e inquisitori con attenzione al corpus delicti e con un atteggiamento giurisdizionale legato ai nuovi manuali circolanti in materia di stregoneria. Gostanza giudicata da un inquisitore di fine Cinquecento venne assolta, altre donne accusate nello stesso paese dalle autorità laiche vennero mandate al rogo. Il saggio introduce riflessioni sulle diverse letture dei processi inquisitoriali anche alla luce dell'apertura dell'Archivio del Sant'Uffizio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/26860
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact