Il saggio affronta il tema complesso dell'interpretazione giudiziale e del confronto dell'autonomia interpretativa del giudice con il principio della certezza del diritto (e, più in generale, dell'esigenza di prevedibilità degli esiti dei giudizi). Il saggio, dopo aver analizzato i punti salienti delle varie dottrne sull'interpretazione giuridica, aderisce ad un'impostazione di ermeneutica giuridica che, ad avviso dell'autore, meglio illustra la complessità del reale.

Interpretazione giudiziale e (in)certezza del diritto

POLITI, FABRIZIO
2010-01-01

Abstract

Il saggio affronta il tema complesso dell'interpretazione giudiziale e del confronto dell'autonomia interpretativa del giudice con il principio della certezza del diritto (e, più in generale, dell'esigenza di prevedibilità degli esiti dei giudizi). Il saggio, dopo aver analizzato i punti salienti delle varie dottrne sull'interpretazione giuridica, aderisce ad un'impostazione di ermeneutica giuridica che, ad avviso dell'autore, meglio illustra la complessità del reale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/26898
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact