Ventura Salimbeni, Muzio Placidi e la decorazione del coro del Duomo di Siena