L'italiano parlato a L'Aquila: cenni su di una realtà ancora fluida