“Nuovi” strumenti di studio dei fenomeni sociali e naturali: riflessioni sull’impiego delle metodologie di analisi reticolare e di simulazione