Eugenio Montale: gli "Ossi di seppia" e "Le occasioni"