Con i due saggi contenuti nel libro si intende proporre il rovesciamento del significato del famoso verso di Jehan Bodel riprodotto nel titolo e che dà conto del costituirsi di una tassonomia medievale, poiché i romanzi arturiani, in particolare quelli qui esaminati ('Yvain' e 'Jaufre', ma non solo) non sono privi di un 'sen' storico; piuttosto il romanzo tout court si rivela come strumento di presa di coscienza della realtà contemporanea al suo autore attraverso le capacità di analisi delle dinamiche storiche in atto, pur se trasfigurate dalla scrittura. Inoltre l'analisi del romanzo 'Yvain' di Chrétien de Troyes consente di proporre una nuova chiave interpretativa del suo significato, oltre che una nuova datazione e del suo valore esemplare nella produzione arturiana. Per il 'Jaufre' invece è stato possibile individuare le componenti narrative e riconoscere come i romanzi cristianiani, in particolare proprio l''Yvain' costituiscano il suo ipotesto privilegiato, e finora non adeguatamente e pienamente riconosciuto.

'Li conte de Bretaigne sont si vain et plaisant'. Studi sull' 'Yvain' e sul 'Jaufre'

SPETIA, LUCILLA
2012

Abstract

Con i due saggi contenuti nel libro si intende proporre il rovesciamento del significato del famoso verso di Jehan Bodel riprodotto nel titolo e che dà conto del costituirsi di una tassonomia medievale, poiché i romanzi arturiani, in particolare quelli qui esaminati ('Yvain' e 'Jaufre', ma non solo) non sono privi di un 'sen' storico; piuttosto il romanzo tout court si rivela come strumento di presa di coscienza della realtà contemporanea al suo autore attraverso le capacità di analisi delle dinamiche storiche in atto, pur se trasfigurate dalla scrittura. Inoltre l'analisi del romanzo 'Yvain' di Chrétien de Troyes consente di proporre una nuova chiave interpretativa del suo significato, oltre che una nuova datazione e del suo valore esemplare nella produzione arturiana. Per il 'Jaufre' invece è stato possibile individuare le componenti narrative e riconoscere come i romanzi cristianiani, in particolare proprio l''Yvain' costituiscano il suo ipotesto privilegiato, e finora non adeguatamente e pienamente riconosciuto.
978-88-498-3642-4
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/28335
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact