Il libro affronta la tematica dell’apprendimento in rete proponendola come una importante modalità di innovazione e sperimentazione psicopedagogica e didattica. Di qui l’individuazione di due principali argomenti attorno ai quali si articola la progettazione e la realizzazione di azioni didattiche: l’usabilità del WEB e l’apprendimento collaborativo. Nel corso dell’intero volume, oltre a proporre un’interpretazione dell’e-learning attraverso la lettura dei più importanti paradigmi dell’apprendimento e dell’insegnamento, viene costantemente messo a fuoco il rapporto dialettico tra soggetto e contesto d'apprendimento. Si sottolinea il carattere socialmente negoziato della conoscenza e, successivamente, si passa all’analisi: delle più recenti metodologie di progettazione in rete come la ‘user centered’, delle modalità di categorizzazione dei contenuti didattici e dei modelli didattici di impronta costruttivistica. Viene introdotto il concetto di usabilità (la soddisfazione che l’apprendente prova in risposta alle sue esigenze informative), si affronta l’importante questione metodologica delle modalità di categorizzazione dei contenuti didattici, del relativo etichettamento (labeling), della scelta della struttura gerarchica e del valore didattico della funzione ‘navigabilità’. Vengono, infine, analizzati due casi d'innovazione e sperimentazione didattica (e-teacher e instructional designer).

Apprendimento in rete. Innovazione e sperimentazione psicopedagogica e didattica

ISIDORI, MARIA VITTORIA
2003

Abstract

Il libro affronta la tematica dell’apprendimento in rete proponendola come una importante modalità di innovazione e sperimentazione psicopedagogica e didattica. Di qui l’individuazione di due principali argomenti attorno ai quali si articola la progettazione e la realizzazione di azioni didattiche: l’usabilità del WEB e l’apprendimento collaborativo. Nel corso dell’intero volume, oltre a proporre un’interpretazione dell’e-learning attraverso la lettura dei più importanti paradigmi dell’apprendimento e dell’insegnamento, viene costantemente messo a fuoco il rapporto dialettico tra soggetto e contesto d'apprendimento. Si sottolinea il carattere socialmente negoziato della conoscenza e, successivamente, si passa all’analisi: delle più recenti metodologie di progettazione in rete come la ‘user centered’, delle modalità di categorizzazione dei contenuti didattici e dei modelli didattici di impronta costruttivistica. Viene introdotto il concetto di usabilità (la soddisfazione che l’apprendente prova in risposta alle sue esigenze informative), si affronta l’importante questione metodologica delle modalità di categorizzazione dei contenuti didattici, del relativo etichettamento (labeling), della scelta della struttura gerarchica e del valore didattico della funzione ‘navigabilità’. Vengono, infine, analizzati due casi d'innovazione e sperimentazione didattica (e-teacher e instructional designer).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/28736
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact