è commentato, a distanza di un secolo dall'edizione del Neff, l'epitafio della regina longobarda Ansa, attribuito a Paolo Diacone, discutendone la paternità e il clima culturale in cui si iscrive. Trova conferma l'ipotesi storiografica di una transizione 'morbida' dal regno longobardo al dominio carolingio.

Dopo la caduta: l’epitafio della regina Ansa e la poesia epigrafica di Pavia longobarda

CONSOLINO, FRANCA ELA
2014-01-01

Abstract

è commentato, a distanza di un secolo dall'edizione del Neff, l'epitafio della regina longobarda Ansa, attribuito a Paolo Diacone, discutendone la paternità e il clima culturale in cui si iscrive. Trova conferma l'ipotesi storiografica di una transizione 'morbida' dal regno longobardo al dominio carolingio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/34975
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact