il volume costituisce una riflessione sui principi che deniscono i diritti materiali e immateriali dell'infanzia e gli ideali che li fondano e sul senso delle difficoltà, antiche e nuove, che impediscono la loro concreta messa in opera. Gli interventi qui raccolti, inscritti nella cornice delle direttive nazionali e internazionali dell'UNICEF, affermano con forza l'essere dell'infanza e la responsabilità degli adulti nel dare ad esso la parola, introducendo così la questione centrale del riconoscimento del diritto di tutti bambini alla salute, all'educazione, al gioco, all'espressione; in tal modo essi mirano a ri-disegnare i principi fondatori di una società che troppo spesso guarda all'infanzia solo in quanto strumentale all'adultità e alle competenze. Interrogandosi sul "diritto all'infanzia" e sui significati ad esso connessi, i diversi saggi affrontano i rapporti tra diritti, infanzie, culture e futuro analizzando quei passaggi "chiave" che dovrebbero considerarsi basilari per il diritto all'esistenza di ciascuno. Componendosi in una propsettiva trans-disciplinare e trans-culturale, essi tracciano un panorama della condizione dell'infanzia nel mondo, con particolare attenzione alla terribile situazione che milioni di bambini vivono sul nostro pianeta, come bene denunciato dall'UNICEF, e affrontano la questione dei diritti dell'infanzia, del diritto all'infanzia e dell'educazione degli adulti all'infanzia nella società civile. le infanzie deprivate, ma anche quelle della conoscenza, delle credenze, dell'arte, del diritto, del costume e di qualsiasi altro aspetto le riguardi - le culture dell'infanzia come insiemi strutturati di significati conteuti in simboli e concezioni per mezzo dei quali si costruisce la conoscenza e la concezione stessa dell'infanzia -vengono considerate alla luce dell'assunto che oggi il problema dell'infanzia e dell'educazione all'infanzia mette in gioco il nodo della democratizzazione della cultura come espressione di una nuova identità educativa che si realizza nella diversità e nella pluralità.

Introduzione

NUZZACI, Antonella
2007-01-01

Abstract

il volume costituisce una riflessione sui principi che deniscono i diritti materiali e immateriali dell'infanzia e gli ideali che li fondano e sul senso delle difficoltà, antiche e nuove, che impediscono la loro concreta messa in opera. Gli interventi qui raccolti, inscritti nella cornice delle direttive nazionali e internazionali dell'UNICEF, affermano con forza l'essere dell'infanza e la responsabilità degli adulti nel dare ad esso la parola, introducendo così la questione centrale del riconoscimento del diritto di tutti bambini alla salute, all'educazione, al gioco, all'espressione; in tal modo essi mirano a ri-disegnare i principi fondatori di una società che troppo spesso guarda all'infanzia solo in quanto strumentale all'adultità e alle competenze. Interrogandosi sul "diritto all'infanzia" e sui significati ad esso connessi, i diversi saggi affrontano i rapporti tra diritti, infanzie, culture e futuro analizzando quei passaggi "chiave" che dovrebbero considerarsi basilari per il diritto all'esistenza di ciascuno. Componendosi in una propsettiva trans-disciplinare e trans-culturale, essi tracciano un panorama della condizione dell'infanzia nel mondo, con particolare attenzione alla terribile situazione che milioni di bambini vivono sul nostro pianeta, come bene denunciato dall'UNICEF, e affrontano la questione dei diritti dell'infanzia, del diritto all'infanzia e dell'educazione degli adulti all'infanzia nella società civile. le infanzie deprivate, ma anche quelle della conoscenza, delle credenze, dell'arte, del diritto, del costume e di qualsiasi altro aspetto le riguardi - le culture dell'infanzia come insiemi strutturati di significati conteuti in simboli e concezioni per mezzo dei quali si costruisce la conoscenza e la concezione stessa dell'infanzia -vengono considerate alla luce dell'assunto che oggi il problema dell'infanzia e dell'educazione all'infanzia mette in gioco il nodo della democratizzazione della cultura come espressione di una nuova identità educativa che si realizza nella diversità e nella pluralità.
978-88-464-9045-2
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/35749
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact