OBIETTIVI: Viene valutata l‘attitudine delle madri di ragazze dodicenni a sottoporre alla vaccinazione contro L’HPV le proprie figlie, rilevando le variabili che possono influenzare la loro decisione quali le conoscenze sull’HPV e sul cancro della cervice e l’adesione ai programmi di vaccinazione. MATERIALI: Con tale obiettivo è stato somministrato, in forma anonima, un questionario a 346 madri per valutare sia l’adesione alla vaccinazione che le conoscenze sul cancro della cervice. Preliminarmente a tale distribuzione è stata testata con le madri di una classe prima di scuola media inferiore quale campione per verificare la validità e la comprensibilità del questionario. 312 questionari sono stati autocompilati e restituiti. L’analisi dei dati, prevalentemente descrittiva, è stata completata con la valutazione di associazioni mediante Chi quadrato. RIASSUNTO: Il questionario è risultato comprensibile ed ha richiesto un tempo di 5-10 minuti per la compilazione. L’elaborazione ha evidenziato che il 70% delle madri ha accettato di vaccinare le proprie figlie, delle 78 madri che non hanno vaccinato il 67% ha risposto positivamente alla domanda sulla disponibilità a vaccinare mentre il 33% non è intenzionata a farlo, ma tale differenza non è significativa al tesi del Chi quadrato con correzione di Fisher. La gran parte di loro (98%) conosce l’esistenza di un vaccino contro l’HPV. Solo il 20% ha chiara la relazione tra HPV e cancro della cervice. Le madri che hanno vaccinato le figlie contro l’HPV hanno anche precedentemente effettuato le vaccinazioni antimorbillosa, antiparotite e antirosolia rispettivamente il 64% (200), il 61% (192) ed il 63% (197). Le associazioni risultano significative per l’antirosolia e l’antimorbillo con valori di p<0.0001 al test del Chi quadrato e per l’antiparotite al livello di p<0.05. Il 70% delle madri è informato del fatto che l’HPV si contrae sessualmente ed il 29% che l’infezione coinvolge anche il sesso maschile. ll 92% sa che la vaccinazione non esonera dall’esecuzione del pap test. Le informazioni sulla vaccinazione sono state ottenute per il 51% dal servizio vaccinazioni seguito dal pediatra con il 42%. Il 54% del campione ritiene di aver ottenuto informazioni sufficienti mentre l’84% auspica un approfondimento delle conoscenze. CONCLUSIONI: Malgrado il fatto che il campione sia completamente femminile ed il livello di istruzione relativamente alto, lo studio è in linea con i risultati di altri studi. L’adesione alla vaccinazione è stata abbastanza alta e sembra essere associata alla predisposizione generale a vaccinare più che alle conoscenze sull’HPV e alla sua relazione causale con il cancro della cervice.

Conoscenze e attitudini sulla vaccinazione anti HPV

GIULIANI, Anna Rita
;
SCATIGNA, MARIA;FABIANI, Leila
2010-01-01

Abstract

OBIETTIVI: Viene valutata l‘attitudine delle madri di ragazze dodicenni a sottoporre alla vaccinazione contro L’HPV le proprie figlie, rilevando le variabili che possono influenzare la loro decisione quali le conoscenze sull’HPV e sul cancro della cervice e l’adesione ai programmi di vaccinazione. MATERIALI: Con tale obiettivo è stato somministrato, in forma anonima, un questionario a 346 madri per valutare sia l’adesione alla vaccinazione che le conoscenze sul cancro della cervice. Preliminarmente a tale distribuzione è stata testata con le madri di una classe prima di scuola media inferiore quale campione per verificare la validità e la comprensibilità del questionario. 312 questionari sono stati autocompilati e restituiti. L’analisi dei dati, prevalentemente descrittiva, è stata completata con la valutazione di associazioni mediante Chi quadrato. RIASSUNTO: Il questionario è risultato comprensibile ed ha richiesto un tempo di 5-10 minuti per la compilazione. L’elaborazione ha evidenziato che il 70% delle madri ha accettato di vaccinare le proprie figlie, delle 78 madri che non hanno vaccinato il 67% ha risposto positivamente alla domanda sulla disponibilità a vaccinare mentre il 33% non è intenzionata a farlo, ma tale differenza non è significativa al tesi del Chi quadrato con correzione di Fisher. La gran parte di loro (98%) conosce l’esistenza di un vaccino contro l’HPV. Solo il 20% ha chiara la relazione tra HPV e cancro della cervice. Le madri che hanno vaccinato le figlie contro l’HPV hanno anche precedentemente effettuato le vaccinazioni antimorbillosa, antiparotite e antirosolia rispettivamente il 64% (200), il 61% (192) ed il 63% (197). Le associazioni risultano significative per l’antirosolia e l’antimorbillo con valori di p<0.0001 al test del Chi quadrato e per l’antiparotite al livello di p<0.05. Il 70% delle madri è informato del fatto che l’HPV si contrae sessualmente ed il 29% che l’infezione coinvolge anche il sesso maschile. ll 92% sa che la vaccinazione non esonera dall’esecuzione del pap test. Le informazioni sulla vaccinazione sono state ottenute per il 51% dal servizio vaccinazioni seguito dal pediatra con il 42%. Il 54% del campione ritiene di aver ottenuto informazioni sufficienti mentre l’84% auspica un approfondimento delle conoscenze. CONCLUSIONI: Malgrado il fatto che il campione sia completamente femminile ed il livello di istruzione relativamente alto, lo studio è in linea con i risultati di altri studi. L’adesione alla vaccinazione è stata abbastanza alta e sembra essere associata alla predisposizione generale a vaccinare più che alle conoscenze sull’HPV e alla sua relazione causale con il cancro della cervice.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/42396
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact