Il volume affronta il tema della formazione dell’insegnante inclusivo - intesa come azione di sistema per un’educazione sostenibile - a partire dall’analisi e dalla riflessione, anche in ottica internazionale, attorno ai rischi vecchi e nuovi di povertà educativa. Si sottolinea l’importanza di garantire non solo l’inclusione sociale (tra i Sustainable Development Goals – SDGs, dell’Agenda 2030) e il diritto all’istruzione per tutti, ma anche l’importanza del garantire il successo formativo (nella prospettiva del Nuovo Index per l'inclusione). Ciò, per fare alcuni esempi, attraverso l’educazione e la scuola dell’equità; l’osservazione e lo studio del "funzionamento umano" dalla prospettiva della Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF); le azioni di contrasto alla dispersione scolastica. Un’educazione e una scuola (agorà pedagogica oltre i dispositivi) inclusive per le quali, nel testo, vengono fornite delle note e un vocabolario storico-critico. Si tracciano, poi, le principali dimensioni e strategie della didattica inclusiva, tra queste la valutazione e la narrazione, volte al superamento degli ostacoli all’apprendimento e alla partecipazione. Infine si indicano, a partire da alcune esperienze, i principali itinerari per la formazione dell'insegnante specializzato per le attività del sostegno (tra questi il tirocinio e i laboratori). Il presente testo rappresenta un supporto per la formazione di tutti coloro che, a diversi livelli professionali, contribuiscono alla realizzazione e alla qualificazione dei processi d'inclusione a scuola e oltre la scuola.

'Il paradigma dell'inclusione per una scuola sostenibile', in La formazione dell'insegnante inclusivo. Superare i rischi vecchi e enuovi di povertà educativa

Maria Vittoria Isidori
2019-01-01

Abstract

Il volume affronta il tema della formazione dell’insegnante inclusivo - intesa come azione di sistema per un’educazione sostenibile - a partire dall’analisi e dalla riflessione, anche in ottica internazionale, attorno ai rischi vecchi e nuovi di povertà educativa. Si sottolinea l’importanza di garantire non solo l’inclusione sociale (tra i Sustainable Development Goals – SDGs, dell’Agenda 2030) e il diritto all’istruzione per tutti, ma anche l’importanza del garantire il successo formativo (nella prospettiva del Nuovo Index per l'inclusione). Ciò, per fare alcuni esempi, attraverso l’educazione e la scuola dell’equità; l’osservazione e lo studio del "funzionamento umano" dalla prospettiva della Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF); le azioni di contrasto alla dispersione scolastica. Un’educazione e una scuola (agorà pedagogica oltre i dispositivi) inclusive per le quali, nel testo, vengono fornite delle note e un vocabolario storico-critico. Si tracciano, poi, le principali dimensioni e strategie della didattica inclusiva, tra queste la valutazione e la narrazione, volte al superamento degli ostacoli all’apprendimento e alla partecipazione. Infine si indicano, a partire da alcune esperienze, i principali itinerari per la formazione dell'insegnante specializzato per le attività del sostegno (tra questi il tirocinio e i laboratori). Il presente testo rappresenta un supporto per la formazione di tutti coloro che, a diversi livelli professionali, contribuiscono alla realizzazione e alla qualificazione dei processi d'inclusione a scuola e oltre la scuola.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/133057
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact