Il contributo consiste in una riflessione basata sull'esperienza didattica di insegnamento del latino nei licei in passato, e attualmente di Linguistica e Filologia romanza all'Università dell'Aquila, e mira a valorizzare il ruolo fondamentale del latino e del suo insegnamento, contro i pregiudizi che permangono. La riflessione si basa sia su acquisizioni teoriche e recenti prese di posizione sull'utilità o meno dell'insegnamento del latino e le sue modalità, sia sui testi che nella pratica didattica vengono analizzati con gli studenti per renderli consapevoli della ricchezza e complessità di una lingua, che non è morta ma si è trasformata nelle lingue romanze, per cui per l'insegnamento del latino al livello sia scolastico che universitario risulta fondamentale il contributo della Linguistica romanza. Si propone quindi una fattiva ma ancora inattuata collaborazione tra studiosi di aree diverse, tra latinisti e romanisti. Il latino parlato, definizione preferita a quella più comune - sebbene ambigua - di latino volgare, si profila come il luogo più fecondo per questo incontro e collaborazione, da cui non possono che discendere conseguenze importanti e proficue per l'insegnamento del latino e il suo apprezzamento tra gli studenti del Terzo Millennio.

Per una didattica del latino parlato: il ruolo della Linguistica romanza

Spetia Lucilla
2019-01-01

Abstract

Il contributo consiste in una riflessione basata sull'esperienza didattica di insegnamento del latino nei licei in passato, e attualmente di Linguistica e Filologia romanza all'Università dell'Aquila, e mira a valorizzare il ruolo fondamentale del latino e del suo insegnamento, contro i pregiudizi che permangono. La riflessione si basa sia su acquisizioni teoriche e recenti prese di posizione sull'utilità o meno dell'insegnamento del latino e le sue modalità, sia sui testi che nella pratica didattica vengono analizzati con gli studenti per renderli consapevoli della ricchezza e complessità di una lingua, che non è morta ma si è trasformata nelle lingue romanze, per cui per l'insegnamento del latino al livello sia scolastico che universitario risulta fondamentale il contributo della Linguistica romanza. Si propone quindi una fattiva ma ancora inattuata collaborazione tra studiosi di aree diverse, tra latinisti e romanisti. Il latino parlato, definizione preferita a quella più comune - sebbene ambigua - di latino volgare, si profila come il luogo più fecondo per questo incontro e collaborazione, da cui non possono che discendere conseguenze importanti e proficue per l'insegnamento del latino e il suo apprezzamento tra gli studenti del Terzo Millennio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/134810
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact