In this paper the authors present the technical characteristics and clinical results of a new anal retractor designed and produced by them. This new instrument, made of disposable material, allows the proctologist to operate completely alone thanks to a system of rotating rings which are fixed directly to the patient's legs by means of Velcro bands. Twenty consecutive patients with proctological diseases have been operated on to date with the new device. No complications were registered in our series. The rotation movement and overall stability of the retractor were judged sufficient in 6 cases and good in 14. Opening of the device proved asymmetrical in 20% of the cases without this affecting the surgical technique. Our surgical team considered the prototype ideal, and the operative space available to the surgeon much greater than with previous retractor models. No limitations have been observed in treating any of the proctological diseases. The possibility of performing sutures in the anal canal was judged to be good. In conclusion, our new anal retractor would appear to guarantee greater autonomy in proctological surgery with much better clinical and therapeutic results and lower costs.

Introduzione: Gli Autori illustrano le caratteristiche tecniche ed i risultati relativi alla fase di sperimentazione clinica del divaricatore anale da loro ideato e realizzato. Il nuovo accessorio, in materiale monouso, consente al chirurgo proctologo di operare da solo grazie ad un sistema di anelli rotanti che vengono fissati direttamente alle gambe del paziente mediante fascette di velcro. Metodo: Venti pazienti consecutivi affetti da patologie proctologiche sono stati operati con il nuovo dispositivo. Nessuna complicanza relativa all'uso dell'accessorio Ë stata registrata nella nostra serie. Risultati: I movimenti di rotazione e la stabilit‡ complessiva del nuovo accessorio sono stati giudicati sufficienti in 6 interventi, buoni in 14. L'apertura del divaricatore Ë risultata asimmetrica nel 20% dei casi senza che tuttavia questo abbia influenzato la tecnica operatoria. L'equipe operatoria chirurgica ha ritenuto ideale e superiore rispetto ai modelli precedenti lo spazio a disposizione per l'esecuzione di tutti gli interventi, senza riscontrare alcun limite per ogni singola e specifica patologia trattata. La possibilit‡ di confezionare suture all'interno del canale anale Ë stata giudicata buona in tutti i casi. Conclusioni: In conclusione il nuovo accessorio sembra poter garantire una maggiore autonomia del chirurgo proctologo migliorandone significativamente i risultati clinici e terapeutici.

Divaricatore anale isostatico monouso: risultati della valutazione clinica

BEOMONTE ZOBEL, Pierluigi;M. G. ANTONELLI;
2004

Abstract

In this paper the authors present the technical characteristics and clinical results of a new anal retractor designed and produced by them. This new instrument, made of disposable material, allows the proctologist to operate completely alone thanks to a system of rotating rings which are fixed directly to the patient's legs by means of Velcro bands. Twenty consecutive patients with proctological diseases have been operated on to date with the new device. No complications were registered in our series. The rotation movement and overall stability of the retractor were judged sufficient in 6 cases and good in 14. Opening of the device proved asymmetrical in 20% of the cases without this affecting the surgical technique. Our surgical team considered the prototype ideal, and the operative space available to the surgeon much greater than with previous retractor models. No limitations have been observed in treating any of the proctological diseases. The possibility of performing sutures in the anal canal was judged to be good. In conclusion, our new anal retractor would appear to guarantee greater autonomy in proctological surgery with much better clinical and therapeutic results and lower costs.
Introduzione: Gli Autori illustrano le caratteristiche tecniche ed i risultati relativi alla fase di sperimentazione clinica del divaricatore anale da loro ideato e realizzato. Il nuovo accessorio, in materiale monouso, consente al chirurgo proctologo di operare da solo grazie ad un sistema di anelli rotanti che vengono fissati direttamente alle gambe del paziente mediante fascette di velcro. Metodo: Venti pazienti consecutivi affetti da patologie proctologiche sono stati operati con il nuovo dispositivo. Nessuna complicanza relativa all'uso dell'accessorio Ë stata registrata nella nostra serie. Risultati: I movimenti di rotazione e la stabilit‡ complessiva del nuovo accessorio sono stati giudicati sufficienti in 6 interventi, buoni in 14. L'apertura del divaricatore Ë risultata asimmetrica nel 20% dei casi senza che tuttavia questo abbia influenzato la tecnica operatoria. L'equipe operatoria chirurgica ha ritenuto ideale e superiore rispetto ai modelli precedenti lo spazio a disposizione per l'esecuzione di tutti gli interventi, senza riscontrare alcun limite per ogni singola e specifica patologia trattata. La possibilit‡ di confezionare suture all'interno del canale anale Ë stata giudicata buona in tutti i casi. Conclusioni: In conclusione il nuovo accessorio sembra poter garantire una maggiore autonomia del chirurgo proctologo migliorandone significativamente i risultati clinici e terapeutici.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/1394
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 0
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact