I linguaggi visivi proprii dell’espressione artistica rivelano, più di ogni altra forma di comunicazione umana, le profonde strutture della conoscenza. Le forme dell’arte traducono e condensano in oggetti concreti le sottili connessioni che legano pensiero, tecnica, scienza, estetica, cultura, etc. di ogni epoca e di ogni luogo. Ecco perché trasmettere il sapere per formare giovani consapevoli, dotati di capacità critiche, deve avvenire attraverso strumenti didattici scaturiti da nuovi più intensi scambi tra la scuola e le istituzioni preposte alla tutela dei beni culturali. Nell’attuale momento di crisi della scuola e del sistema museale, pertanto, l’Anisa per l’educazione all’arte ritiene necessario ripensare il rapporto tra il museo e i suoi fruitori perché si possa rifondare, con una diversa ottica un sistema didattico basato su valori quali l’arte, la storia, la cultura del proprio territorio, al fine di rafforzare il senso di appartenenza al contesto sociale, per scoprire se stessi, il proprio passato determinato da dinamiche storiche scaturite anche dalla creatività dell’uomo. Una nuova centralità nella didattica si chiede oggi ai musei: centri di produzione culturale per comprendere il passato proiettandosi nel futuro.

Introduzione. (Saggio introduttivo)

NUZZACI, Antonella
2010-01-01

Abstract

I linguaggi visivi proprii dell’espressione artistica rivelano, più di ogni altra forma di comunicazione umana, le profonde strutture della conoscenza. Le forme dell’arte traducono e condensano in oggetti concreti le sottili connessioni che legano pensiero, tecnica, scienza, estetica, cultura, etc. di ogni epoca e di ogni luogo. Ecco perché trasmettere il sapere per formare giovani consapevoli, dotati di capacità critiche, deve avvenire attraverso strumenti didattici scaturiti da nuovi più intensi scambi tra la scuola e le istituzioni preposte alla tutela dei beni culturali. Nell’attuale momento di crisi della scuola e del sistema museale, pertanto, l’Anisa per l’educazione all’arte ritiene necessario ripensare il rapporto tra il museo e i suoi fruitori perché si possa rifondare, con una diversa ottica un sistema didattico basato su valori quali l’arte, la storia, la cultura del proprio territorio, al fine di rafforzare il senso di appartenenza al contesto sociale, per scoprire se stessi, il proprio passato determinato da dinamiche storiche scaturite anche dalla creatività dell’uomo. Una nuova centralità nella didattica si chiede oggi ai musei: centri di produzione culturale per comprendere il passato proiettandosi nel futuro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/25489
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact